OPENING: FABIO RONCATO BERSE – La città delle bestie

OPENING: FABIO RONCATO BERSE - La città delle bestie
Oggi alle 18.30 – 06 novembre alle ore 21.30
Dove: SPAZIO TINDACI via Dante 15/19 – Padova

SPAZIOTINDACI ha il piacere di presentare al pubblico “LA CITTA’ DELLE BESTIE”, personale di Fabio Roncato, a.k.a. Berse

Questo progetto, che si compone di una trentina di acrilici su tela e carta, nasce dalla volontà di documentare il sistema della città nel suo insieme, ed è un’analisi su tutto ciò che compone i grandi agglomerati di cemento, masse e carne che sono le società contemporanee. La pittura che ne scaturisce è un modo per mettere ordine nel magma caotico della città, intesa come civiltà e come società.

L’immaginario di Berse è popolato di figure create attraverso l’uso di colori densi, materici, non naturalistici, che si stagliano sulla tela in spesse stesure a spatola nella quale i singoli particolari risultano semplicemente abbozzati per rendere la consistenza della materia, l’idea di agglomerato umano, insita nel sistema della città delle bestie, si traduce in una sorta di vivo e vitale agglomerato di colore. Il colore diventa energia pura, pronta ad esplodere attraverso la frammentazione della pennellata e suggerisce una corrispondenza tra la visione dell’artista, la sua percezione mnemonica, e il reale stesso.

Molto particolari alcuni dei soggetti trattati da Berse: i sumotori, lottatori di sumo, ed i roosters, galli da combattimento. L’analogia tra la disciplina del sumo e la società contemporanea, due elementi apparentemente distanti e diversi, risulta invece evidente nei dipinti di Berse: nella lotta entrambi i combattenti si vestono e si muovono secondo rituali che servono a spaventare e sottomettere l’avversario, pratica riflette e ricalca la struttura del nostro sistema sociale. Vale lo stesso ragionamento per quanto riguarda l’altro soggetto, i roosters, galli da combattimento, la cui goffa fisicità, e le cui espressioni serie ed aggressive, unite ad atteggiamenti prevaricatori e dominatori, ben si adattano agli uomini di potere della società attuale.